Project Description

Pietro Antonio Locatelli – 6 Sonate a tre Op.V 

1736-2016: sono passati esattamente 280 anni da quando un bergamasco, Pietro Antonio Locatelli, famoso in tutta Europa per il suo talento violinistico, pubblicò le “Sei sonate a tre opera V” per due violini o flauti e basso continuo.
Sono passati 280 anni in cui Locatelli ha avuto il tempo di essere apprezzato, dimenticato, riscoperto. E’ il momento ora di valorizzarlo di nuovo.
Ensemble Locatelli, un gruppo giovanile bergamasco consacrato alla musica antica su strumenti storici, che a Locatelli rende omaggio con il proprio nome, ha inciso questa raccolta, e la presenta al pubblico Sabato 15 ottobre 2016 alle ore 18, nella chiesa di Santa Agata nel Carmine, a Bergamo (città alta).
Oltre a una breve conferenza in cui interverranno Christian Frattima, Thomas Chigioni e Paolo Guerini, verranno eseguite due sonate dal CD e il Gloria di Handel, cantato dal soprano Anastasia Terranova.
Un gruppo di Bergamo presenta al pubblico una raccolta di uno dei figli più illustri di Bergamo, a Bergamo.

Pietro-Antonio-Locatelli-Sei-Sonate-Op-V---copertina

Scarica il  comunicato stampa  della presentazione ufficiale del CD, del 15 ottobre 2016.
Per maggiori dettagli è possibile consultare la pagina Eventi e News 

Scarica il libretto del CD completo. Note a cura di Christian Frattima e Thomas Chigioni.

Scarica la foto ufficiale dell’Ensemble Locatelli.

Ensemble Pietro Antonio Locatelli - Basilica di Santa Maria Maggiore - Bergamo

L’Ensemble Pietro Antonio Locatelli

Fondato nel 2014 da Thomas Chigioni, Ensemble Locatelli è una realtà unica sul territorio bergamasco: riunisce giovani talenti, accomunati da numerosi anni di esperienze musicali comuni, con l’obiettivo di affrontare il repertorio barocco e classico, strumentale e vocale prestando particolare attenzione alla prassi esecutiva storica, con strumenti originali. Il gruppo è completamente autogestito, e mosso da una grande passione per la ricerca e per la prassi esecutiva storica, e lavora costantemente per rendere fruibile al pubblico odierno pagine di musica dei secoli passati.
Formatisi presso i conservatori di Bergamo, Milano, Como, Parma, Genova, Lugano, Vienna, e la Schola Cantorum di Basilea, i membri della formazione hanno approfondito negli anni lo studio della prassi esecutiva della musica barocca con importanti maestri.
Il nome dell’ensemble è un omaggio al grande compositore e virtuoso bergamasco dell’epoca barocca Pietro Antonio Locatelli, del quale proprio nel 2014 ricorre il 250° anniversario della morte.
Nel 2015 ha intrapreso una tournée in Francia, in seguito alla quale, visto il successo ottenuto, è stato invitato per partecipare a una nuova serie di concerti nell’estate 2016.
Nel 2015 collabora con i licei artistico e musicale di Bergamo in un allestimento in forma scenica di una porzione del “Fairy Queen” di Purcell; sempre nello stesso anno, con il Coro Antiche Armonie (diretto da Giovanni Duci) si esibisce in una produzione che comprende “Membra Jesu Nostri”, capolavoro di Buxtehude.
Nel 2016 Ensemble Locatelli lavora alla produzione del primo disco: è prevista per l’autunno 2016 l’uscita delle “6 trio sonate op.V” di Pietro Antonio Locatelli.
Il gruppo si compone di due tipi di formazioni: una prettamente cameristica, a organico ridotto, per affrontare il repertorio delle trio sonate e delle altre composizioni da camera per piccoli ensembles; e una allargata di una quindicina di elementi, che permetta di affrontare le pagine concertistiche più impegnative e che richiedono più esecutori (concerti grossi e solistici con organico grosso).
Direttore al violoncello dell’Ensemble è Thomas Chigioni.

Jerémié Chigioni – Violino I

Nato a Bergamo nel 1994, si avvicina alla musica fin dalla più tenera età grazie alla forte tradizione musicale presente nella sua famiglia e compie i suoi studi di violino con diversi maestri prima di entrare al Conservatorio di Bergamo, dove ha conseguito la Laurea di Primo Livello in Violino con il massimo dei voti sotto la guida di E. Casazza. Nel 2016 ha ottenuto a pieni voti la Laurea di Secondo Livello in Violino presso il Conservatorio di Cremona con R. Noferini. Ha seguito masterclass con M. Rogliano, F. Manara e C. Mondini ricevendo apprezzamenti dai vari maestri. Ha collaborato in qualità di assistente alle Masterclass di violino tenuta da C. Mondini (2014) e di violino barocco tenuta da E. Casazza (2015).
Fin da piccolo ha suonato in orchestre giovanili e in ensemble cameristici esibendosi in Italia e all’estero anche in veste di solista.
Ha collaborato con l’Orchestra Giovanile di Domodossola, il Teatro G. Donizetti di Bergamo, L’Orchestra del Festival Bergamo-Brescia, l’Orchestra Stabile della Bassa Bergamasca, l’Orchestra Rotariana Rotary Club Milano Ovest, l’Orchestra “Péchés de jeunesse” esibendosi all’Haydn Festival di Eisenstadt, l’Orchestra “I Solisti Laudensi”, l’Orchestra “I Musici del Teatro” di Treviglio.
Con l’associazione “Omaggio al clavicembalo” ha eseguito il ciclo dei concerti di Bach per cembalo con strumenti originali a parti reali a Milano. Nel 2015 si è esibito più volte, in rassegne, teatri ed auditorium importanti, in quintetto nel ruolo di primo violino con il Quintetto in Mi bemolle maggiore Op. 44 di R. Schumann.
Ha eseguito nell’importante cornice della basilica di Sant’ Ambrogio a Milano la “Passione secondo Giovanni” nel 2014 e la “Passione secondo Matteo” di Bach nel 2015 nel ruolo di spalla, con l’Ensemble LaSilva di Amsterdam diretti da Nanneke Schaap.
Nel 2015 vince l’audizione per l’Orchestra filologica “Coin du Roi” di Milano. Dal 2016 collabora attivamente con l’Orchestra filologica “Silete Venti!” di Milano.
Nell’aprile 2016 ha effettuato una tournée con l’“Ensemble Donizetti” sotto la guida di Enrico Casazza in Bolivia per il festival APAC e per concerti promossi dalla Fondazione Simón Patiño.
È spalla e violino solista dell’”Ensemble Pietro Antonio Locatelli” gruppo fondato nel 2014 con lo scopo di affrontare il repertorio barocco e classico con un occhio di riguardo per la prassi esecutiva storica. Dall’anno della sua fondazione, l’Ensemble viene invitato ogni estate dal festival “Harmonies en Livradois” in Francia per una piccola tournée.
Suona un violino inglese originale del XVIII secolo.

Jeremie-Chigioni-Santa-Maria-Maggiore

Matilde-Tosetti-Santa-Maria-Maggiore

Matilde Tosetti – Violino II

Ha iniziato lo studio del violino all’età di sette anni e nel 2013 sotto la guida del M° Donatella Colombo si è diplomata con il massimo dei voti al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como.
Attualmente sta completando il Master of Arts in Music Performance al Conservatorio della Svizzera Italiana sotto la guida del M° Carlo Chiarappa.

Negli anni 2012-2014 si è specializzata all’Accademia di Musica di Pinerolo e all’Accademia Filarmonica di Bologna con il M°Adrian Pinzaru e M° Cristiano Rossi.
Ha partecipato a numerosi Masterclass tenuti da Maestri di fama internazionale tra cui Marco Rogliano, Friedemann Wezel, Roland Baldini, Maarten Veeze, Francesco Manara, Enzo Porta, Anton Sorokow, Cristiano Rossi, Adrian Pinzaru, Massimo Quarta.
Ad oggi è membro effettivo della Schweizer Jugend Sinfonie Orchester con la quale sta facendo tournée in tutta la Svizzera, collabora spesso con l’Orchestra del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo e lavora regolarmente con l’Orchestra “1813” del Teatro Sociale di Como.
Nel corso degli anni ha sviluppato un interesse particolare per l’interpretazione storica nella musica antica e per questo ha deciso di intraprendere anche lo studio della prassi rinascimentale e barocca seguendo lezioni e Masterclass di Susanne Scholz, Stefano Montanari, Enrico Gatti, Paolo Beschi, Luca Pianca, Diego Fratelli. Collabora con l’ensemble barocco dell’Accademia Musicale dell’Annunciata (con la quale ha inciso recentemente un CD con solista Giuliano Carmignola), con la Vox Orchester, con l’orchestra Coin du Roi e con l’Ensemble Locatelli.
Suona un violino Ettore Soffritti della fine del 1800.

Alessia Travaglini – Viola da gamba

Nel 2008 comincia lo studio della Viola da Gamba sotto la guida di Nanneke Schaap presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano luogo in cui ha modo di frequentare corsi di musica da camera con Alberto Grazzi, Giovanni Togni e Francesca Torelli.
Ha seguito diverse Masterclass tenute da docenti di fama internazionale come:
Wieland Kuijken, Paolo Pandolfo, Roberto Gini, Juan Manuel Quintana e Rodney Prada.
Ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento tra cui: Accademia del Ricercare a Romano Canavese, Urbino musica antica, Corso di musica antica Parzanica, Handel Academy Karlsruhe.
Ha collaborato con l’Ensemble “La Silva” sotto la direzione di Nanneke Schaap, esibendosi in chiese e sale da concerto di rilievo in Italia e in Olanda.
Tramite il progetto Erasmus, nell’anno accademico 2015-2016 studia, presso il Royal Conservatoire di Den Haag (Olanda) sotto la guida di Mieneke van der Velden e Philippe Pierlot.

Alessia-Travaglini-Santa-Maria-Maggiore

Mauro-Pinciaroli-Santa-Maria-Maggiore

Mauro Pinciaroli – Arciliuto

Nato nel 1988, si avvicina giovanissimo allo studio della chitarra classica.
Si è formato musicalmente presso il Conservatorio G. Verdi di Milano dove ha concluso gli studi diplomandosi a diciannove anni con il massimo dei voti e la lode in chitarra classica e successivamente in liuto e basso continuo. Si è inoltre perfezionato in qualità di allievo effettivo con il prof. Oscar Ghiglia presso l’Accademia Chigiana di Siena.
Nel 2012 ha conseguito il Master of Arts presso l´Universität für Musik und darstellende Kunst di Graz (Austria) con il Prof. Paolo Pegoraro, ottenendo il massimo dei voti e la lode.
Si è inoltre interessato alle discipline legate all’educazione in ambito musicale seguendo i corsi di pedagogia presso l’università di Malaga (Spagna), dove ha brillantemente conseguito il Master in Pedagogia Musicale e presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano dove ha conseguito il Master of Arts in Music Pedagogy.
Fin dal 1999 è stato premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali di interpretazione vincendo, nel corso degli anni, dodici primi premi.
Dalla fine degli anni ’90, si dedica allo studio e all’approfondimento della prassi esecutiva della musica rinascimentale e barocca su strumenti originali dedicandosi esclusivamente agli strumenti antichi a corda pizzicata.
Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento con maestri di chiara fama come: Nigel North, Rolf Lislevand, Hopkinson Smith, Luca Pianca, Paolo Cherici e Massimo Lonardi.
Ha proseguito i suoi studi in liuto e tiorba presso la Musik und Kunst Privatuniversität der Stadt Wien sotto la guida del Prof. Luciano Contini, approfondendo in particolare la pratica del basso continuo su strumenti a pizzico e conseguendo nel 2016 il Master of Arts con il massimo dei voti e la lode.
Ha al suo attivo concerti sia da solista che in formazioni cameristiche e orchestrali in Italia e all’estero (Spagna, Austria, Germania, Svezia, Svizzera, Francia, Lettonia). Collabora stabilmente con diversi ensemble barocchi ed orchestre storicamente informate.

Tomas Gavazzi – Clavicembalo

Tomas Gavazzi, nato a Bergamo nel 1990, si è diplomato nel 2014 con il massimo dei voti in Organo e Composizione Organistica sotto la guida del M° Matteo Messori presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Gaetano Donizetti” di Bergamo, dove ha proseguito gli studi frequentando il triennio di clavicembalo e tastiere storiche sempre con il M° Matteo Messori.
Ha seguito corsi di perfezionamento in improvvisazione e repertorio in Italia e all’estero con mae-
stri quali L.F. Tagliavini, L.Lohmann, G.Bovet, M.Imbruno, L.Tamminga, S.Rattini.
Ha partecipato a diversi concorsi organistici nazionali ricevendo numerosi premi e attestati di merito tra cui il secondo posto assoluto al “Concorso nazionale S.Guido D’Aquesana” (primo non assegnato), il terzo premio nella categoria giovani organisti al concorso organistico di Crema, il terzo premio al concorso organistico nazionale di Varzi sempre nella categoria “giovani organisti”, il terzo premio al “Premio Claudio Abbado” sezione organo 2015.
Dal 2010 è organista del grande organo Tamburini della chiesa parrocchiale di S.Lorenzo Martire a Zogno. Collabora con diverse formazioni corali in Valle Brembana e collabora con il coro di Adrara S.Martino in veste di organista e continuista; collabora inoltre con diverse formazioni cameristiche, in veste di accompagnatore di strumenti antichi. Fa parte dell’ ”Ensamble Locatelli”, in veste di cembalista, continuista, solista.
Ha tenuto concerti in Italia, Olanda, Francia e Germania come cembalista e organista.
Ha partecipato in veste di cembalista ad una tournèe di concerti in Bolivia per il “Festivales APAC” (festival di musica barocca) e per il “Bach-festival” a La Paz dove ha tenuto una masterclass di cembalo per gli allievi del conservatorio superiore di La Paz.

Tomas-Gavazzi-Santa-Maria-Maggiore

Thomas-Chigioni-Santa-Maria-Maggiore

Thomas Chigioni – Violoncello e direzione

Nato a Bergamo nel 1992, Thomas si avvicina alla musica fin dalla più piccola età grazie alla forte tradizione musicale presente nella sua famiglia e compie i suoi  studi in Conservatorio a Milano sotto la guida di Nicoletta Mainardi, diplomandosi a pieni voti nel 2015.
Frequenta corsi di musica da camera, masterclass e corsi di perfezionamento con Enrico Dindo, Wielandt Kujiken, Enrico Casazza, Nanneke Schaap, Roberto Gini, Alberto Grazzi, Cinzia Barbagelata, Francesca Hodling, Andrea Marcon.
Avvicinatosi allo studio del violoncello barocco con Marco Testori, dal 2015 frequenta la prestigiosa Schola Cantorum Basileiensis, in Svizzera, nella classe di violoncello barocco di Christophe Coin. Qui ha modo di studiare e collaborare con i massimi esperti di musica antica, suonando sotto la direzione di Amandine Beyer, Vaclav Luks e Chiara Banchini.
Ha collaborato con l’Orchestra Giovanile di Domodossola, l’Orchestra Sinfonica  di Produzione del Conservatorio G.Verdi di Milano, l’Orchestra Stabile della bassa bergamasca, Ensemble La Silva di Amsterdam, l’Orchestra Giovanile del Teatro dell’Opera di Roma, l’orchestra I musici del Teatro, la Michel Haydn Orchester di Basilea, la Capella Sacra di Colmar (Francia).
E’ primo violoncello della orchestra barocca milanese Coin du Roi, diretta da Christian Frattima, con cui si esibisce in opere del periodo barocco e classico su strumenti storici, in Italia e all’estero.
Da sempre appassionato di  filologia e di musica antica e barocca, nel 2014 fonda l’”Ensemble Locatelli” con lo scopo di affrontare il repertorio barocco e classico con un occhio di riguardo per la prassi esecutiva storica.
Si è esibito come solista in varie occasioni sia in Italia che all’estero.
Con l’Ensemble La Silva di Amsterdam, ha eseguito a S. Ambrogio a Milano “Membra Jesu Nostri” di Buxtehude nel 2013, la “Passione secondo Giovanni” di Bach nel 2014, la “Passione secondo Matteo” di Bach nel 2015, sempre in qualità di primo violoncello.